plagiocefalia

29 Novembre 2019

Plagiocefalia, cosa può fare l'osteopatia?


Il Dr. Termite, medico chiururgo e osteopata, ci ha spiegato la scorsa settimana cos'è la plagiocefalia e da cosa può essere causata. Oggi ci dà i suoi consigli per prevenirla o trattarla tramite l'osteopatia.

L’osteopata, nei casi di plagiocefalia funzionale, farà una valutazione globale di come si muove il bambino, se ci sono posture asimmetriche del corpo, asimmetrie craniche e facciali, e andrà a liberare le tensioni che contribuiscono al mantenimento della distorsione del cranio del bimbo elaborando poi una serie di esercizi e consigli posturali da far compiere ai genitori nei giorni successivi al trattamento, così da rinforzare l’input di equilibrio ed autoregolazione innescato dal trattamento osteopatico.

Un esempio di programma per i genitori

- Mettere il neonato in posizione prona quando il genitore che se ne occupa gli sta vicino, ad esempio ad ogni cambio del pannolino, oppure pancia a pancia con la mamma o il papà
- Mettere il neonato sul fianco opposto al lato schiacciato della testa durante i sonnellini giornalieri. Esistono dei cuscini appositi che posturano il neonato in una semirotazione del corpo
- Sistemare la culla in modo tale che la porta o il lato dal quale si avvicinano i genitori sia quello opposto alla sua zona cranica piatta
- Se il neonato dorme nel letto con i genitori, la mamma si posizionerà ad esempio nel lato opposto alla zona interessata (esempio: neonato con zona piatta posteriore a destra più rotazione preferenziale della testa a destra, la mamma si metterà sul lato sinistro)
- Allattare al seno e al biberon sempre da entrambe le parti, lo stesso quando lo si tiene in braccio: in genere i neonati avranno più difficoltà a poppare dal lato opposto alla plagiocefalia.

L’osteopatia come soluzione per la plagiocefalia
Per concludere, l’osteopatia è una soluzione naturale per la plagiocefalia funzionale: prima si interviene attraverso dei dolci modellamenti della testa del neonato e prima si ottengono dei risultati ottimi. Inoltre, molte problematiche che si sviluppano durante l’adolescenza e l’età adulta possono derivare da un trauma alla nascita o anche da tensioni uterine. Tutti i tessuti hanno una memoria, ogni cosa vi rimane impressa come una fotografia: il trattamento osteopatico impedisce che questa memoria si strutturi, impedisce al corpo di crescere e svilupparsi secondo uno schema non in equilibrio e disfunzionale.