giornata mondiale della felicità

20 Marzo 2020

20 Marzo: giornata mondiale della felicità



Sorridete e siate felici! Oggi, si celebra la giornata mondiale della felicità.

Istituita dall’Assemblea Generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite nel 2013, si festeggia ogni anno in tutti i paesi membri con l’obiettivo di rimarcare che la ricerca della felicità rappresenta uno dei diritti fondamentali dell’uomo e scopo fondamentale dell’umanità.

Il testo sancito dall’Assemblea recita così:
“L'Assemblea generale [...] consapevole che la ricerca della felicità è uno scopo fondamentale dell'umanità, [...] riconoscendo inoltre di un approccio più inclusivo, equo ed equilibrato alla crescita economica che promuova lo sviluppo sostenibile, l'eradicazione della povertà, la felicità e il benessere di tutte le persone, decide di proclamare il 20 marzo la Giornata Internazionale della Felicità, invita tutti gli stati membri, le organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite, e altri organismi internazionali e regionali, così come la società civile, incluse le organizzazioni non governative e i singoli individui, a celebrare la ricorrenza della Giornata Internazionale della Felicità in maniera appropriata, anche attraverso attività educative di crescita della consapevolezza pubblica”.

A scegliere la data del 20 Marzo fu il consigliere speciale dell’Onu Jayme Illien, perché l’equinozio di primavera è un appuntamento sentito da gran parte delle popolazioni della terra. Trentadue anni prima di istituire la Giornata mondiale della Felicità, Jayme Illien era un orfano salvato dalle strade di Calcutta dalle Missionarie della carità di Madre Teresa. Jayme fu adottato da una 45enne americana single: Anna Belle Illien che, dopo aver preso con sé il piccolo, fondò la Illien Adoptions International, un’agenzia no profit di Atlanta che si occupa di adozioni internazionali.

Nel 2019, l’Italia si è piazzata al 36° posto dopo i paesi del nord Europa, la Nuova Zelanda e il Canada. La classifica è stilata sulla base di parametri come reddito pro capite, sostegno sociale, aspettativa di vita in buona salute, libertà, generosità e assenza di corruzione.

Ma possiamo anche noi, nel nostro piccolo, contribuire alla nostra e all’altrui felicità! Come? Prendendoci cura di noi, degli altri e dell’ambiente. Stare bene ed essere in salute aiuta a stare meglio e ad affrontare le sfide che ogni giorno incontriamo con il sorriso e una marcia in più.