giornata internazionale della famiglia

15 Maggio 2020

Giornata Internazionale della Famiglia
Curi-amo gli affetti stabili


Oggi, 15 maggio 2020, si celebra la Giornata Internazionale della Famiglia. Quest’anno la festa della famiglia ha un valore più forte a causa della pandemia in corso. Tutti noi abbiamo cambiato le nostre abitudini: ci troviamo a lavorare, a svolgere attività didattica, fare palestra e tante altre attività da casa, permettendoci pur nella “costrizione”, di riscoprire l’importanza degli affetti familiari e della reciprocità.
La famiglia racchiude in sè tantissime accezioni: è casa, è calore, comprensione, il porto sicuro, in cui si torna sempre, ma anche possibile teatro di litigi, scontri, conflitti. Ognuno di noi, a maggior ragione in questo periodo, ha qualcosa che lo stressa e che lo accompagna nella vita di tutti i giorni. A volte si tratta di cose banali che possono essere cambiate facilmente, basta un po' di impegno!

Ecco quindi alcuni consigli su come gestire lo stress in famiglia, affinché la quotidianità possa scorrere più serenamente!

Collaborate, come una squadra.
Un piccolo segreto per far funzionare al meglio il sistema famiglia è quello di usare la metafora della squadra. Concordate una suddivisione dei compiti, e se possibile coinvolgete anche i figli, così da non sentirvi sovraccaricati di faccende. Anche se la disponibilità economica non è molta, non occorre avere la donna delle pulizie ogni giorno; basta un aiuto per il grosso delle faccende magari una volta al mese, oppure mettersi d'accordo con il partner, i nonni, un'amica per tenere i bimbi mentre si fanno le pulizie in casa.

Non pretendete troppo da voi stessi.
La routine della gestione familiare ( tra scuola, figli e lavoro) è dura, ma non siamo supereroi! Consiglio: snellite la tabella di marcia, verificate ciò che è vitale da fare proprio quel giorno e ciò che invece può essere rimandato.
E ricordate che non sarà possibile avere una casa perfetta! Perciò non affannatevi alla ricerca costante di ordine e perfezione assoluta.

Pianificate la giornata.
Stabilite degli orari più o meno regolari per le varie attività della giornata, ma senza cadere nella rigidità…certo, la routine aiuta, ma essere flessibili evita di innervosirsi se poi le cose non vanno come si era stabilito.

Ritagliatevi i vostri spazi.
La felicità sta nelle piccole cose: leggere un libro prima di andare a dormire, fare una bella doccia senza rotture di scatole, fare attività fisica all’aria aperta…È importante concedersi un po' di tempo per se stessi, magari due-tre volte alla settimana, accordandosi con il proprio partner.

Parlate tra coniugi/compagni
I partner dovrebbero avere le stesse regole per l'educazione, sia per evitare di confondere i figli, sia per evitare discussioni e quindi inutile stress extra.

Tenete i contatti con gli amici.
Magari la vita sociale non sarà più quella di una volta, ma è possibile concedersi una pizza ogni tanto, mentre ai figli ci pensa la baby sitter. Non cadrete in disgrazia per una sera, né sarete dei cattivi genitori!

Dedicate tempo a voi come coppia.
Fate qualcosa ogni tanto solo per voi, lasciando i bimbi ai nonni….in fondo siete i pilastri della famiglia e se non siete in sintonia voi, ne risente tutto il sistema.

Dott.ssa Roberta Polacco
Psicologa e Psicoterapeuta
La Dott.ssa Polacco riceve nella nostra sede di San Vendemiano.